Olio essenziale di camomilla romana: proprietà e utilizzo

olio essenziale camomilla

L’olio essenziale di camomilla romana è estratto dai fiori della pianta di Chamaemelum nobile (o Anthemis nobilis), una specie di camomilla perenne appartenente alla famiglia delle Asteraceae. È una pianta originaria dell’Europa occidentale e meridionale, ma oggi viene coltivata in varie parti del mondo per la produzione del suo olio essenziale, uno dei più ricercati oli essenziali naturali.

La camomilla romana è nota per il suo aroma dolce e fruttato. Il suo olio essenziale è apprezzato sin dall’antichità per le sue proprietà antimicrobiche, antinfiammatorie e calmanti e continua ad essere un pilastro dell’aromaterapia moderna e della medicina naturale.

Indice dei Contenuti

Miglior olio essenziale di camomilla romana

Il miglior olio essenziale di camomilla romana disponibile su Amazon, secondo le opinioni dei clienti è:

Come si ricava l'olio essenziale di camomilla romana

L’olio essenziale di camomilla romana viene estratto attraverso la distillazione a vapore dei fiori freschi, un processo che consente di ottenere un olio di alta qualità, mantenendo intatte le proprietà terapeutiche della pianta. Ecco i passaggi fondamentali del processo:

  1. Raccolta delle fiori: i fiori di camomilla romana vengono raccolti manualmente quando sono in piena fioritura. Questo garantisce che i composti attivi siano presenti nella massima concentrazione.
  2. Distillazione a vapore: i fiori raccolti vengono posti in un distillatore, dove il vapore acqueo passa attraverso il materiale vegetale e il calore del vapore rilascia gli oli essenziali contenuti nei fiori. Il calore del vapore rompe le ghiandole contenenti olio essenziale presenti nei fiori, liberando l’olio.
  3. Condensazione: il vapore carico di olio essenziale viene raffreddato e condensato in una serpentina, dove si trasforma di nuovo in liquido, una miscela do acqua e olio essenziale.
  4. Separazione: infine questo liquido viene posto in un separatore, dove l’olio essenziale, che è più leggero dell’acqua, si separa naturalmente e viene raccolto per l’uso. L’acqua residua, nota come idrolato di camomilla, può essere utilizzata a sua volta per scopi cosmetici e terapeutici.

PER APPROFONDIRE >>>

Caratteristiche e composizione

L’olio essenziale di camomilla romana è un liquido con colorazione tra giallo e giallo paglierino, a seconda del lotto di fiori utilizzati. Ha una nota di cuore ed è noto per il suo aroma è dolce, erbaceo e leggermente speziato, con note che ricordano la mela e il miele.

Come tutti gli oli essenziali naturali può essere considerato come l’anima della pianta, in quanto è il risultato dell’estrazione dell’essenza energetica della pianta stessa. Chakra di riferimento: settimo e, secondariamente, sesto. I principali costituenti sono:

  • esteri: sono i componenti principali dell’olio essenziale di camomilla romana, con percentuali che variano dal 50% al 75%. Gli esteri, come l’isobutirato di metile e l’angelato di isobutile, sono noti per le loro proprietà calmanti e anti-infiammatorie.
  • sesquiterpeni: come il bisabololo e il chamazulene, sono presenti in piccole quantità ma sono altamente efficaci nel ridurre l’infiammazione.
  • monoterpeni: anche se presenti in quantità minori, i monoterpeni come il pinene e il limonene aggiungono alle proprietà antisettiche e tonificanti dell’olio.
  • lattone: la camomillina è un lattone che contribuisce alle proprietà antinfiammatorie e antispasmodiche dell’olio essenziale.
  • farnesolo

Proprietà dell'olio essenziale di camomilla romana

Calmante e rilassante:

Una delle proprietà più riconosciute dell’olio essenziale di camomilla romana è il suo effetto calmante e rilassante sul sistema nervoso. È molto efficace per calmare rabbia, irrequietezza, insoddisfazione. Ampiamente utilizzato per alleviare lo stress, l’ansia, traumi e shock nervosi, come anche i disturbi del sonno, grazie anche alle sue proprietà sedative. Ottimo se usato in sinergia con lavanda.

Antinfiammatorio:

È noto per le sue proprietà antinfiammatorie, grazie alla presenza di composti come il bisabololo e il chamazulene, che lo rendono molto efficace nel trattare infiammazioni cutanee, come dermatiti, eczemi e psoriasi, ma anche semplici arrossamenti. Inoltre, può essere utilizzato per alleviare dolori muscolari e articolari associati a condizioni infiammatorie come l’artrite.

Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e calmanti, l’olio essenziale di camomilla romana può aiutare a ridurre i sintomi delle allergie cutanee e respiratorie.

Antispasmodico:

Grazie alle sue proprietà antispasmodiche, l’olio essenziale di camomilla romana può aiutare a ridurre gli spasmi muscolari e i crampi. È particolarmente utile per alleviare i dolori mestruali e i crampi addominali. Può essere applicato localmente tramite massaggi o assunto in aromaterapia attraverso inalazione per ottenere sollievo.

Antisettico e antibatterico:

Ha anche proprietà antisettiche e antibatteriche, che lo rendono efficace nel trattamento di infezioni cutanee, ferite e ulcere. Può essere utilizzato per pulire e disinfettare la pelle, prevenendo così le infezioni. È spesso utilizzato nel trattamento e nella cura di cicatrici, bruciature, piaghe da decubito e altre lesioni cutanee.

Digestivo:

Può essere utilizzato per migliorare la digestione e alleviare disturbi gastrointestinali come indigestione, flatulenza e coliche. Può essere applicato esternamente sull’addome per massaggiare e stimolare la digestione. Usato internamente, previo consulto e indicazione di un medico o terapeuta esperto, aggiungendo una goccia ad un cucchiaio di miele, è consigliato in caso di parassiti e vermi intestinali.

PER APPROFONDIRE >>>

Come si usa l'olio essenziale di camomilla romana

L’olio essenziale di camomilla romana può essere utilizzato sia esternamente che internamente. In quest’ultimo caso è necessario tenere in considerazione che bisogna sempre seguire le indicazioni di un medico o terapeuta esperto e che nella maggior parte dei casi gli oli essenziali per diffusore non sono adatti ad essere ingeriti, servono dunque prodotti specifici. Fatta questa dovuta precisazione, vediamo quali sono i possibili modi di utilizzo.

  • Aromaterapia: può essere diffuso nell’aria utilizzando un diffusore di oli essenziali o semplicemente annusando l’olio direttamente dalla bottiglia. In questo modo si può beneficiare delle sue proprietà rilassanti e calmanti. Questo metodo è particolarmente efficace per alleviare lo stress, l’ansia e promuovere il sonno. È sufficiente aggiungere poche gocce di olio essenziale all’acqua del diffusore per godere dei suoi benefici.
  • Applicazione topica: può essere applicato sulla pelle, ma deve essere sempre diluito in un olio vettore, come l’olio di cocco, di mandorle dolci o di jojoba, per evitare irritazioni. Una miscela tipica prevede 3-5 gocce di olio essenziale per ogni cucchiaio di olio vettore. Questa miscela può essere utilizzata per massaggi in caso di dolori muscolari e infiammazioni, alleviare crampi e promuovere la rilassatezza generale. Ottimo anche in trattamenti per la pelle in caso di infezioni, acne e abrasioni, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e antibatteriche.
  • Uso interno: l’uso interno degli oli essenziali naturali dovrebbe essere fatto solo sotto la guida di un medico o un terapeuta esperto. L’olio essenziale di camomilla romana può essere utilizzato internamente per trattare alcune condizioni, come gonfiore e infezioni batteriche o parassitarie o semplicemente come digestivo, ma è fondamentale seguire dosaggi e modalità consigliate da un professionista (e del produttore) per evitare effetti collaterali. Mai ingerire olio essenziale non diluito.
  • Bagni aromatici: aggiungere alcune gocce di olio essenziale di camomilla romana a un bagno caldo può creare un’esperienza rilassante e terapeutica. Questo metodo è utile principalmente per alleviare lo stress, lenire i dolori muscolari e promuovere la guarigione della pelle, ma è molto efficace nel ridurre le infiammazioni cutanee come eczemi e psoriasi.

PER APPROFONDIRE >>>

Controindicazioni

Nonostante i numerosi benefici dell’olio essenziale di camomilla romana, è importante essere consapevoli delle possibili controindicazioni e precauzioni per evitare effetti indesiderati. È importante usarlo con cautela e ricordare che deve essere diluito con un olio vettore prima di applicarlo sulla pelle. Vediamo le principali controindicazioni:

  • Gravidanza e allattamento: è sconsigliato l’uso di olio essenziale di camomilla romana durante la gravidanza o l’allattamento.
  • Uso nei bambini: il suo utilizzo è sconsigliato anche nei bambini. La pelle dei bambini è più sensibile e può reagire in modo diverso rispetto a quella degli adulti.
  • Allergie e reazioni cutanee: alcune persone possono essere allergiche o sensibili all’olio essenziale di camomilla romana e per evitare reazioni indesiderate, si consiglia di eseguire un test preliminare su una piccola area di pelle prima dell’uso estensivo. Sarà sufficiente mescolare una goccia di olio essenziale con un olio vettore, come olio di oliva o mandorla, e applicarlo su una piccola area di pelle; attendere poi 24h per vedere se compaiono arrossamento, prurito, gonfiore o irritazioni.
  • Interazioni con farmaci: l’olio essenziale di camomilla romana può interagire con alcuni farmaci, in particolar modo anticoagulanti e per il sistema nervoso centrale. Se stai assumendo farmaci, consulta sempre un medico prima di utilizzare l’olio essenziale.
  • Occhi e mucose: evita il contatto con gli occhi e le mucose. Se l’olio entra in contatto con queste aree, risciacqua immediatamente con abbondante acqua e consulta un medico se necessario.
  • Fotosensibilità: può aumentare la sensibilità della pelle alla luce del sole causando scottature e irritazioni. È sempre meglio evitare l’esposizione diretta al sole dopo l’applicazione topica di oli essenziali.

Un uso corretto dell’olio essenziale di camomilla romana richiede una diluizione adeguata. Per l’uso topico, una diluizione del 2-3% è generalmente sicura per adulti, il che equivale a circa 10-20 gocce di olio essenziale per 30 ml di olio vettore.

Tenere fuori dalla portata dei bambini. Non superare la dose consigliata.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *