Integratori per il sistema immunitario: i prodotti migliori

Gli integratori per il sistema immunitario sono una categoria di integratori alimentari che aiuta a rinforzare e a stimolare naturalmente le difese immunitarie. Come vedremo il sistema immunitario svolge tre ruoli fondamentali nella nostra salute, proteggendoci da una vasta gamma di patogeni e contribuendo a mantenere l’organismo sano ed efficiente. 

integratori per il sistema immunitario

In questo articolo, esploreremo l’importanza del sistema immunitario, il funzionamento degli integratori e presenterò i prodotti migliori disponibili online su Amazon.

Indice dei Contenuti

Quali sono i migliori integratori per il sistema immunitario?

I migliori integratori per il sistema immunitario, in base alle seguenti caratteristiche, sono:

  • sicurezza e affidabilità (anche del produttore);

  • un buon grado di assorbimento;

  • un ottimo rapporto qualità/prezzo;

  • soddisfazione dei clienti.

Sistema immunitario: come funziona

Il sistema immunitario è il baluardo difensivo del nostro organismo contro agenti esterni patogeni come virus, batteri, funghi e parassiti. Questi microrganismi, se penetrano all’interno del corpo, possono scatenare malattie o infezioni. Oltre a questa funzione principale, il sistema immunitario svolge due compiti cruciali: l’eliminazione di cellule e tessuti danneggiati o morti, e la rilevazione e rimozione di cellule anomale, come le cellule tumorali.

E’ un’intricata rete di cellule, tessuti e organi dove ogni componente svolge un ruolo fondamentale nel mantenere la salute generale. Raggiunge la massima efficienza nell’età adulta, per poi subire un graduale declino con l’invecchiamento. Tre sono le linee difensive che compongono il sistema immunitario:

  • La prima linea è l’immunità innata costituita da barriere fisiche e chimiche (la pelle, il muco delle vie respiratorie, la saliva e i succhi gastrici, le tonsille) e da alcuni tipi di cellule immunitarie come macrofagi, mastociti e neutrofili.
  • La seconda linea (se viene superata la prima) è costituita da reazioni che il sistema immunitario mette in atto: un’infiammazione in caso di infezione localizzata con arrossamento e maggiore afflusso di sangue; l’aumento della temperatura (febbre) in caso di infezione che si è diffusa, per eliminare i germi che non possono sopravvivere a temperature superiori a 37°.
  • La terza linea è l’immunità acquisita (nel caso le prime due non siano state sufficienti) costituita dai globuli bianchi che producono anticorpi specifici per l’invasore. Sono due le fasi: prima intervengono i fagociti che appunto fagocitano i patogeni, poi i linfociti che producono immunoglobuline per distruggere le cellule batteriche.

Un altro aspetto fondamentale, di cui spesso ci si dimentica, è che circa il 70% delle cellule immunitarie risiedono nell’intestino. In particolare, la flora batterica intestinale, ossia l’insieme dei microrganismi che risiedono normalmente nell’intestino (conosciuta anche come microbiota), svolge un ruolo cruciale nel processo di sviluppo e modulazione del sistema immunitario.

Il suo compito consiste nell’istruire il sistema immunitario a identificare virus e batteri nocivi, che potenzialmente possono rappresentare una minaccia per il nostro organismo.

Per sostenere e promuovere l’efficacia del sistema difensivo del corpo, è cruciale che l’insieme dei microrganismi presenti nell’intestino (composto da miliardi di microrganismi, tra cui batteri, funghi, virus e lieviti) si mantenga in uno stato di equilibrio. Ciò assicura che i batteri “positivi” limitino l’eccessiva proliferazione di quelli potenzialmente dannosi, che, pur facendo naturalmente parte della microflora intestinale, diventano problematici quando il loro numero aumenta, consentendo loro di diffondersi anche ad altri organi.

In generale, la perturbazione dell’equilibrio della flora intestinale può compromettere il sistema immunitario, indebolendolo; i batteri nocivi potrebbero stabilirsi e superare la barriera intestinale, situata nel luogo di produzione delle cellule immunitarie.

Per ottenere ciò, la dieta idonea dovrebbe essere sana, nutriente e diversificata, ricca di frutta e verdura fresche, cereali integrali, proteine e alimenti fermentati come lo yogurt o il kefir. Anche l’apporto di fibre è molto importante, sia per favorire la regolarità intestinale che per apportare le sostanze necessarie alla sopravvivenza dei batteri “buoni” presenti nell’intestino.

Va da sé che gli integratori di probiotici (e fermenti lattici) siano un’importante categoria di integratori alimentari per il sistema immunitario al pari degli integratori di cui parlerò tra poco. Anzi è stato dimostrato che l’efficacia di entrambi aumenta se assunti in combinazione per determinati periodi.

Alimentazione e sistema immunitario: un legame imprescindibile

Esistono semplici direttive da seguire per garantirsi un sistema immunitario in salute: riposare adeguatamente e in modo soddisfacente; impegnarsi in attività fisica per almeno trenta minuti ogni giorno; saper gestire lo stress; astenersi dal fumo; limitare il consumo di bevande alcoliche e assicurarsi un adeguato apporto di vitamina D.

Tuttavia, è soprattutto attraverso le scelte alimentari che possiamo contribuire a rinforzare le nostre difese immunitarie: adottando una dieta ricca di alimenti favorevoli al sistema immunitario, sarà possibile tenere a distanza sia piccoli disturbi che disagi maggiori.

In questo articolo parlo nello specifico della migliore alimentazione per il sistema immunitario. Di seguito invece andrò ad esporre più brevemente quali sono i nutrienti fondamentali di cui ha bisogno il nostro sistema immunitario, e che troviamo appunto negli integratori per il sistema immunitario.

I nutrienti si classificano in micronutrienti e macronutrienti, vediamo la differenza e l’importanza per le difese immunitarie:

  • Macronutrienti: includono i carboidrati, i grassi e le proteine. Forniscono energia e substrati per costruire nuove cellule difensive (linfociti e macrofagi) e anticorpi. Particolarmente utili per il sistema immunitario sono gli acidi grassi omega 3, reperibili in pesce (come salmone, sgombro, aringhe), noci e semi oleosi. Da notare che questi grassi sono appunto definiti “essenziali” per il corpo perché contribuiscono al normale svolgimento di tutti i processi antinfiammatori fisiologici. Per quanto riguarda le proteine, il nostro sistema immunitario necessita di proteine ed amminoacidi per la vita e l’attività delle proprie cellule fondamentali. In più esistono proteine specifiche, come la lattoferrina, con attività selettiva nei confronti di batteri ed altri organismi.

  • Micronutrienti: includono vitamine e sali minerali. Intervengono come cofattori nell’attività di molti enzimi chiave della replicazione e del metabolismo cellulari. A loro volta, i minerali si distinguono in macroelementi e oligoelementi. Quest’ultimi risultano cruciali per il funzionamento dei leucociti, particolarmente fondamentali nella difesa dell’organismo contro gli agenti patogeni. L’oligoelemento ferro è di particolare importanza affinché i neutrofili (il 50% del nostro sistema immunitario) possano sintetizzare e rilasciare proteine o enzimi per difendersi direttamente contro i germi. Ricerche indicano inoltre che una carenza anche lieve di zinco aumenta la suscettibilità alle infezioni, e insieme a rame e selenio contrastano l’azione dannosa dei radicali liberi. Le vitamine necessarie al corretto funzionamento del sistema immunitario sono le vitamine A, C, E, B6, B9 (acido folico), B12, oltre alla già citata e fondamentale vitamina D.

Composizione e caratteristiche degli integratori per il sistema immunitario

Come abbiamo visto, la dieta gioca un ruolo fondamentale per il benessere del sistema immunitario. La mancata salute, la forza e l’efficacia delle nostre difese immunitarie possono essere imputabili anche a una dieta non bilanciata, nel caso in cui:

  • non ci sia un consumo adeguato di proteine e acidi grassi
  • il consumo di frutta e verdura (principalmente crude) sia scarso o inesistente
integratori per le difese immunitarie

I nutrienti e gli elementi essenziali per la salute del sistema immunitario, che tra poco andrò ad elencare, non dovrebbero mai mancare nella dieta. Tuttavia a volte non sempre è facile coprire il loro fabbisogno. Gli integratori per il sistema immunitario sono studiati nello specifico per apportare proprio i nutrienti basilari per il benessere delle difese immunitarie.

Vediamo quali sono gli ingredienti principali (ma non gli unici), in termini di macro e micro-nutrienti, degli integratori per il sistema immunitario:

  • Vitamina D: ormai considerata alla stregua di un ormone, data la sua capacità di modulare sia il sistema immunitario sia il metabolismo osseo. Potenzia il sistema immunitario perché è in grado di rinforzare e supportare la reazione dei globuli bianchi. La vitamina D può inoltre contribuire al controllo delle infezioni e ridurre le infiammazioni. 
  • Vitamine A, C, E: sono tutte forti antiossidanti e contribuiscono al normale funzionamento del sistema immunitario. Combattono lo stress ossidativo e contrastano l’attacco dei radicali liberi e di tutte le loro azioni dannose. Inoltre favoriscono l’assorbimento del ferro e proteggono la membrana cellulare. Il giusto apporto di vitamine C ed E riduce il rischio di infezioni batteriche e virali. La vitamina A favorisce la salute della vista.
  • Vitamine B: fondamentali per l’apporto energetico generale che sono in grado di offrire all’organismo, per molte funzioni vitali e apparati, dal sistema nervoso al sistema immunitario. Nello specifico, la vitamina B6 rinforza la barriera immunitaria contro le più comuni malattie, la vitamina B9 e la B12 sono addette alla corretta produzione di sangue e al regolare funzionamento del sistema immunitario. E la B12 è importante per la sintesi del DNA.
  • Zinco, Ferro, Rame, Selenio: zinco e selenio esercitano uno spiccato ruolo antiossidante e, assieme al rame, partecipano alla complessa funzione di omeostasi delle difese naturali. Ferro e rame partecipano alla produzione di anticorpi. Il selenio inoltre regola la produzione del DNA.
  • Omega 3: sono acidi grassi polinsaturi, definiti “essenziali” perché il nostro organismo non è in grado di produrli autonomamente ed è necessario introdurli con gli alimenti. I benefici degli omega 3 sono stati studiati negli ultimi decenni e sono numerosi, ne parlo dettagliatamente in questo articolo.
  • Probiotici: tra le numerose virtù dei fermenti lattici e probiotici vale la pena ricordare che supportano il sistema immunitario, come abbiamo visto in precedenza. La loro integrazione permette infatti di riequilibrare la flora intestinale, condizione necessaria per un corretto funzionamento del sistema immunitario. Molti sono i benefici che si hanno dalla loro assunzione e ne parlo minuziosamente in questo articolo dedicato.

Migliori integratori per il sistema immunitario disponibili su Amazon

Ora che abbiamo visto l’importanza di una dieta ricca di nutrienti per la salute del sistema immunitario, rivediamo quali sono i migliori integratori per il sistema immunitario disponibili su Amazon. E’ sempre d’obbligo ricordare che gli integratori non sostituiscono in alcun modo una dieta sana ed equilibrata e che in presenza di particolari patologie è bene consultare un medico o uno specialista prima di assumere qualche integratore.

Integratori per le difese immunitarie dei bambini

Vediamo ora alcuni integratori per il sistema immunitario dei bambini. Essendo il loro sistema immunitario ancora non completamente formato come quello degli adulti, i prodotti sono più “leggeri” e adatti alle loro necessità.

Ricordo che in aggiunta agli integratori specifici per le difese immunitarie appena presentati, ci sono altre due categorie di nutrienti che contribuiscono in modo importante alla salute del sistema immunitario: gli omega 3 e i probiotici. Gli integratori di omega 3 e gli integratori di probiotici (e fermenti lattici). sono importanti al pari dei precedenti e assumendoli insieme possono potenziare il loro effetto. 

Conclusioni

In generale, gli integratori per il sistema immunitario possono essere un ottimo complemento per la dieta e aiutare a fornire al corpo tutti quei nutrienti essenziali che in alcuni periodi o per vari motivi non sempre sono reperibili dalla dieta, ma è importante utilizzarli in modo responsabile. Essi infatti non devono mai sostituire una dieta sana ed equilibrata.

Ricorda che i risultati possono variare da persona a persona, ed è importante essere costanti nell’assunzione dell’integratore per vedere i benefici.

Inoltre, è importante tenere presente che alcuni integratori possono interagire con i farmaci che si stanno già assumendo, quindi è sempre meglio parlare con un professionista della salute prima di iniziare un nuovo integratore, nel caso si stiano assumendo farmaci.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *